Corso Mazzini - Chiesa di S. M. della Pace
Piazza Nuova
Fiume Lamone
Piazza della Libertà con ambulanti
previous arrow
next arrow
Slider

La Fototec@ di Bagnacavallo è un progetto, un archivio, un luogo partecipato.

Gestita dall’Archivio storico comunale di Bagnacavallo, raccoglie immagini analogiche e digitali sia di provenienza amministrativa che dei Fondi donati da privati cittadini.

Dai primi ritratti in studio di fine ‘800 alle foto di rilevamento dei lavori pubblici, dalle cartoline turistiche realizzate fino agli anni ’60 del Novecento, alle campagne sul patrimonio storico artistico, la fototeca bagnacavallese vuole incentrare l’attenzione principalmente sulla fotografia come documentazione del territorio dei suoi abitanti, delle attività, degli eventi che hanno segnato e significato la storia passata.

Realizzata grazie al contributo dell’Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia Romagna, nell’ambito dei piani bibliotecari ed archivistici 2018, Fototec@ è strutturata in una banca dati in cui le immagini, trattate a livello di singole foto o serie, sono state descritte secondo i criteri previsti per la scheda F dell’ICCD. I nuclei iconografici, siano essi fondi o raccolte, sono suddivisi per provenienza.

Le immagini, liberamente consultabili, possono essere richieste compilando l’apposito modulo che trovate a fondo pagina.

Un archivio contemporaneo delle attività e degli eventi della città di Bagnacavallo è consultabile cliccando qui.

Focus su

  • Lo sguardo poliedrico di Claudio Salvini “Nemo propheta in patria”, sentenziavano i Latini. Bagnacavallo si può onorare di ospitare  questa mostra fotografica antologica del lughese Claudio Salvini. Nato a Vigevano, ma cresciuto a Lugo fino alla maturità, come Rossini. A Milano la sua crescita professionale in campo fotografico. La mostra è dovuta al lavoro certosino di  Alberto Cantagalli, Salvatore Grillo, Roberto ... Leggi tuttoLo sguardo poliedrico di Claudio Salvini